Portovenere, offerte per il ponte del 2 giugno alle Cinque Terre

Gli operatori turistici della Liguria ed in particolare delle Cinque Terre stanno sempre di più convincendo i turisti a trascorre il ponte del 2 giugno (la Festa della Repubblica) in questa regione. Di certo le Cinque Terre sono ormai rinomate nel mondo come uno dei posti da visitare nell'arco della propria vita, quindi vogliamo dare alcuni consigli per coloro che vorranno vedere e visitare questi splendidi luoghi.

Sono certamente da percorrere i sentieri del Parco delle Cinque Terre, viaggi illimitati sui treni tra Levanto e La Spezia, utilizzo dei sevizi via Pullman tra i vari paesi. I sentieri sono molto ben mantenuti e vi offriranno uno spettacolo stupendo.

Portovenere


All'estremità ovest del Golfo dei Poeti, il promontorio di Portovenere - con le isole della Palmaria, del Tino e del Tinetto – costituisce uno dei borghi più suggestivi e storicamente interessanti della Riviera Spezzina. Di antichissime origini, deve probabilmente il suo nome alla presenza di un piccolo tempio pagano, a quanto pare dedicato alla Dea Venere. Si ipotizza che la posizione del tempio fu scelta con accuratezza: per via delle onde che a volte si infrangono con violenza sull'estrema punta del promontorio, questo tratto di costa è ricco di spuma marina e proprio dalla spuma marina nacque la Dea Venere.

Portovenere è raggiungibile in auto provenendo sia da Genova che da La Spezia, ma per ammirare questo borgo nella sua interezza conviene utilizzare uno dei traghetti che più volte al giorno fanno la spola tra Lerici, La Spezia e le Cinque Terre. Dal traghetto, avvicinandosi man mano al promontorio di Portovenere con la caratteristica chiesa di San Pietro si potrà ammirare la schiera delle case fortezza, con i loro colori pastello tipici della Liguria.

Una volta scesi sulla terraferma si potrà visitare il borgo che vede in Via Capellini la strada principale di Portovenere (la strada più animata e vitale, ricca di negozi di prodotti tipici e di souvenir turistici), una stradina (carrugio) lunga e stretta che nell'epoca medievale ha rappresentato l'asse di sviluppo dell'abitato. Vale la pena visitare la chiesa di San Pietro, le rovine del Castello, la Collegiata di San Lorenzo.

Estate in Liguria, le migliori offerte del 2018 per vivere le cinque terre