Vacanza in Liguria, visitare il Porto Antico di Genova

Genova si snoda sulla costa per 35 km e gli edifici, arrampicati fin sulle colline, guardano dal celebre porto antico lontano verso quel mare che da sempre ha segnato la vita della città.

Una città, che ha fatto la propria fortuna nel Mediterraneo, cimentandosi con le altre Repubbliche Marinare di Venezia, Pisa ed Amalfi per la supremazia dei traffici e commerci e che poi, divenuta una potenza finanziaria, ha visto re e regine chiedere supporto e collaborazione. Di questa storia gloriosa e superba Genova conserva testimonianze preziose nel suo vastissimo ed intricato centro storico, in cui è racchiusa la città medievale delimitata dalla cinta muraria del Trecento, mentre la parte più antica, sottostante la collina di Castello, presenta un'organizzazione stradale abbastanza ordinata, retaggio dell’urbanistica romana.

Le grandi famiglie dei Doria, Fieschi, Grimaldi - per citarne alcune - da sempre in lotta per il governo della città, hanno lasciato una traccia profonda nei Palazzi rinascimentali della Via Garibaldi, amata da Rubens e Van Dyck che a Genova vissero a lungo, mentre la "city" la troviamo oggi nella Piazza De Ferrari, in Piccapietra, Via XX Settembre, Via S. Vincenzo. Genova, ha scritto Henry James, "è la più tortuosa ed incoerente delle città, il viluppo topografico più intricato del mondo". John Russel, giornalista del New York Times, l'ha giustamente definita "una città inaspettata". La bellezza di Genova è singolare e misteriosa. Non la si avverte subito, la si scopre a poco a poco con la gioia dell'esploratore.

Bisognerebbe arrivarci al tramonto: uno di quei tiepidi tramonti di primavera, col cielo che si arrossa lentamente e il sole che scompare dietro le torri vetrose di San Benigno, tingendo l'acqua di porpora e di grigio. Tutt'intorno l'abbraccio della città, caldo e affettuoso, a ricordare che questo è il centro del mondo, lo specchio d'acqua e di terra senza cui Genova non sarebbe mai esistita. E da cui Genova è rinata a nuovo splendore. Il Porto antico di Genova, abbandonata la sua originaria funzione di scalo commerciale, è diventato il fulcro della vita culturale, sociale e ludica della città, vissuto e goduto dai genovesi e dai turisti ogni ora del giorno, ogni giorno dell'anno che scendono qui per entrare nei negozi che offrono quasi di tutto, per assistere agli spettacoli estivi, per sedersi nei bar e nei ristoranti di cucina genovese e internazionale distribuiti fra i Magazzini del Cotone, la Marina Porto Antico e il vicino e storico quartiere del Molo.

Estate in Liguria, le migliori offerte del 2018 per vivere le cinque terre