Marzo in Liguria, viaggio nella cucina tradizionale

Il mese di marzo è caratterizzato dalla festa della donna, ma vale la pena trascorrere un week end in Liguria anche per la buona tavola. Molti ristoranti e hotel in Liguria stanno ritornando alla cucina tradizionale ligure.

Picagge


Ma vediamo alcuni consigli per chi si mette in viaggio in Liguria. Qui si usa chiamare picagge i lunghi nastrini che si acquistano in merceria e nella gastronomia ligure le picagge liguri altro non sono che tagliatelle, con la differenza che la dose di uova è dimezzata e la metà mancante è sostituita da acqua o meglio, da vino bianco secco.

Stoccafisso Genovese


Un piatto semplice, ma una pietanza cucinata con vari ingredienti. Il povero (una volta!) stoccafisso genovese viene arricchito dagli ingredienti classici della cucina ligure: l’onnipresente acciuga salata, i delicati pinoli, facili da trovare nelle pigne cadute a terra, i funghi di cui sono ricche le colline liguri. Ci sono poi patate e pomodori per questo la ricetta è sicuramente post colombiana.

Lo stoccafisso accomodato alla genovese è una pietanza prelibata, il cui segreto sta nell’abilità della confezione e nell’attenzione mentre si seguono le diverse fasi di cottura. E’ un piatto che premia il cuoco paziente. Dato che questo tipo di preparazione “rende” poco, consiglio per 4 o 5 persone almeno un chilo di stoccafisso.

Estate in Liguria, le migliori offerte del 2018 per vivere le cinque terre